Inesprimibilità del Reale

20140425-142732.jpg

Non mi piacciono le discussioni. Le evito ogni volta che posso.
Tu dici: “secondo me è così”.
E l’altro: “no secondo me è in un modo leggermente diverso”.
Poi si spiega e tu ribatti. E così all’infinto.

Il vero senso della relazione col cane – e in effetti il vero senso di ogni cosa – è inesprimibile, al di là della mente concettuale. Risiede nella Presenza istantanea. Infinite analisi non ti ci porteranno più vicino.

Il vero senso lo si scopre solo attraverso l’esperienza diretta. Quella in cui la relazione col cane diventa un portale attraverso cui sperimenti la dissoluzione dell’ego.

L’ego poi ritorna.
Non ne siamo immuni, continueremo a fare errori, ma con un po’ di sforzo impareremo da essi. E torneremo a varcare la soglia di quel portale, più e più volte, fino a quando le dinamiche egoiche lasceranno il posto alla nostra vera natura e saremo Uno con tutto.

La frase nella foto forse ti può aiutare. È di Machig Labdrön, una mistica tibetana vissuta nella seconda metà del XI secolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.