Abbracciare i leoni e imparare a sussurrare da Kevin Richardson

 

Quest’uomo è un vero “sussuratore”. Si chiama Kevin Richardson e per arrivare a fare questo ha passato molto tempo con gli animali e con i leoni in particolare. Sa quando loro dicono “basta” e che non amano ripetere de volte la stessa cosa. Sa che non deve avvicinarsi quando mangiano e quando dormono o che quando ci si avvicina bisogna farlo avvisando e non di sorpresa. Ha imparato ad avere un senso interiore di calma e ad acuire i sensi.

Ti dice qualcosa tutto questo? Se hai già lavorato con un bravo istruttore cinofilo ti avrà insegnato a “leggere” i cani, ad esempio attraverso i segnali calmanti o la loro postura o espressione del volto. E fatto questo non devi fare altro che “seguire” il cane avendo nel cuore attenzione e rispetto. E’ lui che ti insegna.

In ThinkDog lavoriamo molto su queste cose. Esercitiamo la nostra acutezza sensoriale e trascorriamo diverso tempo a studiare il modo in cui i cani comunicano e come poter entrare in sintonia con loro. In effetti il senso di separazione scompare e senti di essere un tutt’uno con… tutto. Sembra che tutto fluisca.

Il bello è che queste parole non puoi capirle solo leggendo. Puoi solo riconoscerle. Devi fare esperienza di tutto questo per comprenderlo davvero. Ma forse sai di cosa sto parlando.

E sinceramente è una grande liberazione uscire dalla solita educazione del cane o l’addestramento all’obbedienza. Qui desideriamo creare una relazione simbiotica. Arricchimento e crescita per il cane e per noi.

 

4 Commenti

  • chany ha detto:

    kevin richard è semplicemente fantastico…il mio più grande sogno è diventare veterinaria e vedere quest’uomo che si comporta così con degli animali lo trovo magnifico…mi piacerebbe moltissimo conoscere kevin è il mio più grande mito e ammiro davvero tanto quello che fa per quei leoni…

  • Giacomo ha detto:

    fenomenale!!!
    ma non c’è un qualche sito dove trovare più info o un qualche modo per avere dei contatti con lui?

  • alberto ha detto:

    Ciao,
    mi chiamo Alberto e vivo al Kruger in Sudafrica …
    Praticamente tutti i giorni mi reco al Parco a cercare ” leoni veri ” e mi fa una grande tristezza veder come si sfrutta l’idea di creare un rapporto
    con i leoni come fa Kevin ; quelli sono leoni nati in cattivita’ e come tali sono leoni ” a meta’ ” ed ora mi spiego : leoni nelle fattezze , ma non nei comportamenti e mi potete spiegare cosa vuol dire leoni in” semi- cattivita? “…Si tratta di leoni che NON sanno fare i leoni , perche’ semplicemente sono nati e destinati fino alla loro morte a vivere in recinti , ampi ma pur sempre recinti… i leoni veri , sono tutt’altra cosa !!!

  • neurobi ha detto:

    Ho visto due documentari sul bellissimo (e purtroppo brevissimo) programma di Licia Colò che parlavano di Kevin e del suo rapporto con un branco di iene e con molti animali in semicattività nel suo centro.
    Da restare senza parole. Un grande bodhisattva!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.