Il cammino che propongo

elefanti-in-cammino

Il cammino che propongo non è quello che lega l’animale alla sua sottomissione, ma alla sua elezione a maestro. Chi crede che lo scopo sia far fare all’animale ciò che l’uomo desidera ha preso una strada molto diversa dalla mia. Lo scopo non è l’obbedienza, non l’addestramento e nemmeno l’educazione. Lo scopo è una riconnessione con ciò che siamo veramente. Uno stato rilassato e naturale, in cui riconosciamo noi stessi, il cane e ogni essere, come parte della stessa viva e onnipervadente unità fondamentale.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *