Il Dog Trainer Empatico: Considerare il Punto di Vista del Cane

maxwellMedallion

Questo articolo non è mio ed è invece stato scritto da Risë VanFleet. Ve lo propongo perché ha due particolarità: la prima è che è fra i più apprezzati dalla Association of Pet Dog Trainers (APDT americana). Apparso nella rivista ufficiale dell’Associazione è stato poi premiato dalla DWAA Maxwell (DWAA sta per Dog Writers Association of America). Il secondo motivo, per me il più importante, è che tratta dell’argomento empatia e “punto di vista del cane”, cose sulle quali ho fondato il mio lavoro (basti pensare al nome della mia scuola, “ThinkDog – Il mondo da un’altra prospettiva”). In considerazione a empatia e prospettiva del cane ci sono alcune similitudini, ma anche molte differenze su ciò che personalmente intendo con empatia e ciò che ritengo possa essere realizzato per mezzo di essa. La cosa importante però è che l’argomento è sempre più oggetti di discussione e confronto, anche oltreoceano.

sad-dog

Il Dog Trainer Empatico: Considerare il Punto di Vista del Cane

Di Risë VanFleet, PhD, CDBC. Traduzione a cura di Giorgia Auriemma.

Educatori cinofili e consulenti comportamentali amano discutere i metodi di educazione, e fanno bene. Più condividiamo e compariamo le nostre idee e gli utilizzi della teoria dell’apprendimento, più possiamo usare correttamente quelle capacità ed idee per trasformare le vite dei nostri clienti e dei loro cani. C’è un altro aspetto dell’educazione cinofila, tuttavia, che io credo meriti considerevolemente più attenzione di quella che gli viene data ora – il concetto di empatia nell’addestramento e nella vita con i cani.

Leggi tutto

Performance vs Relazione: Una Esclude l’Altra?

dog-with-frisbee

Alcuni cinofili vivono performance e relazione in senso dualistico: laddove c’è l’una vi è l’assenza dell’altra. È corretto?

È un grande errore guardare alla performance (intesa nel suo senso corrente letterario: prestazione, esecuzione di un compito) come qualcosa che avviene in assenza di relazione. O alla relazione, come a qualcosa che può sussistere solo in assenza di performance.

Quando nei primi anni 2000, insieme ad un ristrettissimo gruppo di colleghi, ponevamo le basi dell’approccio Cognitivo-Zooantropologico, conducevamo una battaglia contro le performance, ma non senso assoluto: solo se utilizzate come metro di misura della bontà di una relazione.

Leggi tutto

Le 3 Aree di Competenza del Cane

Competenze cane

Attraverso le 3 aree di competenza, procuriamo una sufficiente varietà di esperienze, strutturiamo piani di training completi, a 360°, che aiuteranno il nostro cane a inserirsi correttamente in famiglia e in società, ad eccellere nello sport o a diventare cognitivamente flessibile in caso di terapia comportamentale.

Leggi tutto

Noto e Ignoto

    Preparando le dispense per il Corso Istruttori in Classi di Socializzazione… Lo spunto per una riflessione su quali e quanti modi ci siano per far apprendere il cane. Al di là di di stimoli e rinforzi, di comportamenti giusti o sbagliati, dell’idea che siamo noi esseri umani, sempre, a dover decidere cosa il …

Leggi tutto

Un video per spiegare i Boot Camp

 

In ThinkDog facciamo gruppi di pratica da molti anni.

Era arrivato il momento di standardizzare le procedure perché diversi istruttori potessero tenerli in modo omogeneo, garantendo a tutti i partecipanti di fare esperienze qualitativamente omogenee. E così li abbiamo ribatezzati “Boot Camp”!

Qui un assaggio di cosa accade nei Boot Camp!

Un ringraziamento speciale a BluVision e al regista Umberto Fiume, per aver realizzato questo splendido video.

Le Classi di Socializzazione: cosa sono e come sono nate

 

Circa dieci anni fa, il mio amico e collega Ivano Vitalini e io guardammo insieme un video in cui John Fisher durante un puppy party (festa del cucciolo), in un campo recintato e pieno di attrezzi di agilità, lasciava familiarizzare i cani liberi. Il fatto che fossero tutti senza guinzaglio ci sorprese e incuriosì.

Leggi tutto